C'era una volta il mare - II episodio

Di Carlo Gasparri

Progetti conclusi

"Bicentenario di Napoleone all'Elba" del maggio 2014

Nell'ambito del territorio dell'Isola d'Elba, sono già in corso alcune iniziative. Il Comune di Marciana sta attuando un progetto di "Percorso napoleonico" da realizzare con il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali, Regione Toscana, Provincia di Livorno, Soprintendenza alle Belle Arti di Pisa, Centro Studi Napoleonici dell'Elba, Centro Romano di Studi Napoleonici, Centri Studi Napoleonici Francesi.

Il percorso, museale aperto, diverrebbe parte integrante del territorio dell'Isola d'Elba, con concreta valorizzazione del territorio sotto il profilo storico ed artistico.

Il Comune di Portoferraio invece, darà corso ad alcune mostre allestite nelle due residenze napoleoniche, accompagnate da rievocazioni storiche.

Anche questi eventi vedono soggetti istituzionali coinvolti nella loro promozione, quali la Direzione Regionale per i beni Culturali della Toscana, la Soprintendenza, la Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno, la Regione Toscana e la Provincia di Livorno.


Progetto culturale e musicale che valorizza l'emigrazione musicale elbana

Progetto culturale e musicale che valorizza l'emigrazione musicale elbana sul finire del secolo XIX, nonchè la figura del musicista Josè Antonio Abreu, di origini elbane e fondatore di "El Sistema". L’evento già in fase avanzata, rievocherà il forte flusso emigratorio che nel finire del 1800 partì dall’Isola d’Elba per le “antiche americhe”.

Tra gli altri i musicisti Muzio Antonio Murzi e Antonio Anselmi Berti di Marciana il cui nipote è proprio José Antonio Abreu. Centinaia di migliaia di bambini socialmente disagiati hanno potuto avvalersi degli insegnamenti musicali di Abreu, e del suo “El Sistema”. Il progetto in questione intende valorizzare sia il fenomeno sociale migratorio, che quello culturale e musicale.


Come già annunciato all'atto della presentazione della Fondazione Isola d'Elba Onlus, arriva la prima iniziativa tesa ad iniziare le operazioni di fund rising, ovvero di autofinanziamento della struttura creata con finalità di solidarietà sociale non di lucro, volte alla completa valorizzazione del territorio dell'Isola d'Elba sotto tutti i suoi aspetti, nonché a forme di sostegno sociale e culturale per la sua popolazione.

La prima azienda ad affiancare il suo nome agli scopi della Fondazione - e, si spera, a dare un esempio che potrebbe presto essere seguito da altre - è la Conad, che lancia in questi giorni la sua iniziativa promozionale.

Ecco come partecipare all’iniziativa nazionale che sul territorio sarà destinata agli scopi della Fondazione

Fino al 31 maggio 2014 i consumatori in possesso della «Carta Insieme Conad» (per chi ne fosse sprovvisto può richiederla gratuitamente presso i punti vendita) che decidono di fare la spesa presso i supermercati Conad dell’Elba, accumuleranno i “Punti Cuore”. Per ogni spesa da 10 euro, si riceverà un “Punto Cuore”. Ogni 50 “Punti Cuore”, si potrà ricevere un buono da 5 euro da donare alla Fondazione Isola d’Elba contribuendo così alla valorizzazione del territorio dell’isola.

Il consumatore potrà controllare i «Punti Cuore» accumulati direttamente sullo scontrino. ”I Punti Cuore sono completamente gratuiti e non interrompono la raccolta dei punti fedeltà Conad, quindi “FAR LA SPESA DA CONAD SIGNIFICA SOSTENERE LA FONDAZIONE ISOLA D’ELBA”. Due importanti realtà che con questa iniziativa, intendono fattivamente fare qualcosa per il territorio. I punti vendita Conad che aderiscono all’iniziativa sono quelli di: Portoferraio, Superstore, Carpani e Piazza Pietri, quelli di Capoliveri, Rio Marina, Porto Azzurro, Marciana Marina e Campo nell’Elba.

“Sosteniamo la nostra Isola d’Elba! Basta un piccolo gesto per farla crescere!”


Convegno di studio: Nutrizione, psicoterapia e riabilitazione della persona con problemi oncologici

Sabato 17 maggio 2014 – ore 9.00 - Salone De Laugier

INTRODUZIONE: Il nutrizionismo, l'epigenetica, la psiconeuroendocrinologia e varie esperienze di approcci meditativi e di percorsi psicoterapici hanno fornito nuovi punti di vista sulle malattie degenerative. Il Piano di Salute integrato 2012-2014 della Regione Toscana sottolinea diffusamente l'importanza dei “determinanti di salute” - cioè di un retto stile di vita nell'alimentazione e nel muoversi - e della prevenzione dei fattori di rischio insiti in vari comportamenti di dipendenza.

Tra le malattie degenerative la malattia oncologica offre una particolare opportunità per rivedere i rapporti tra la cellula che degenera ed il terreno extracellulare, che è più in diretto contatto con l'ambiente fisico, storico e relazionale che ospita l'organismo.

Questo convegno vuole favorire una riflessione su tali aspetti che riconduca il confronto su dati scientifici e su una comprensione dei significati. Vengono in tal modo permessi sia l'informazione alla popolazione sui corretti stili di vita per prevenire la malattia, sia lo stimolo per una calibrazione dei percorsi assistenziali. La partecipazione al processo terapeutico può infatti determinare che l'esperienza di malattia sia un'occasione di resilienza – cioè di aggiustamento nella direzione della vita - per il malato, per le persone significative, per l'équipe curante.

  • 9.00 SALUTI DA PARTE DELLE AUTORITA' ED APERTURA DEI LAVORI
    MODERATORE: SANTORO ADOLFO
  • 9.20 FEDERICO CAPPUZZO
    Panorama degli approcci non convenzionali in oncologia
  • 9.50 MAURO DAMIANI
    Nutrizione, tumore e cancro
  • 10.20 IRENE STASI
    Stile di vita e fattori di rischio oncologici
  • 10.40 Discussione
  • 11.00 Pausa
  • 11.15 ALDERICO DI lENNO
    Progetto “Tanto io non m'ammalo”
    11.45 ADOLFO SANTORO
    Psicoterapia di gruppo ad indirizzo ontoecopsicosomatico
  • 12.30 Discussione
  • 13.00 Conclusione dei lavori

RELATORI

Dr. Federico Capuzzo: Direttore dell’U.O. Oncologia Medica Ausl 6 – Livorno
Dr. Mauro Damiani: Chimico industriale, membro dell’Associazione  Vegetariana Animalista
Dr.ssa Irene Stasi: Oncologa dell’U.O. di Oncologia Medica Ausl 6 – zona Elba
Dr. Alderico Di Ienno: Dirigente medico chirurgia senologica presso il Centro Oncologico Fiorentino
Dr. Adolfo Santoro: Psicoterapeuta, Direttore dell’U.F. Salute Mentale Adulti Ausl 6 – Zona Elba


La Fondazione isola d'Elba dona un defibrillatore all'Elba Rugby

La società sportiva ha già provveduto a iscrivere la maggior parte degli allenatori e accompagnatori al corso organizzato dalla Croce Verde

La Fondazione “Isola d’Elba” - rappresentata dai fondatori Promotori Vincenzo Gorgoglione e Tiziano Nocentini - ha donato mercoledì 9 aprile 2014 alla società sportiva Elba Rugby un defibrillatore da tenere a disposizione per le emergenze nell’impianto sportivo. “Un atto importante e significativo – dicono dal consiglio direttivo dell’Elba Rugby - che sottolinea l’impegno della fondazione Isola d’Elba anche nell’ambito dello sport e del sociale, oltre che in tutti gli altri settori dove ha già dimostrato interesse”. Ai microfoni di TeleElba, al termine di una bella e significativa cerimonia svoltasi in mezzo ai giovani atleti ed ai loro genitori, hanno parlato Vincenzo Gorgoglione e Tiziano Nocentini , oltre al presidente dell'Elba Rugby Wilmar Saluz

“E’ un onore ed un piacere rappresentare la Fondazione in questo contesto – ha detto Vincenzo Gorgolgione – anche perché è uno dei primi gesti concreti che la Fondazione fa, e oltretutto nei confronti di una società benemerita per quello che fa verso i giovani elbani, dall’alto dei suoi 263 iscritti. Vorremmo che fosse la prima di una lunga serie di azioni importanti come questa da parte della Fondazione Isola d’Elba Onlus nei confronti del territorio”.

“La Fondazione è il futuro per il territorio dell’isola – ha rimarcato di par suo Tiziano Nocentini – uno volano di sviluppo sul quale invitiamo tutti a puntare: Tutti insieme potremo raggiungere molti obiettivi che fino ad oggi ci sono sfuggiti. Soprattutto, non c’è mai stato un ente che riuscisse a convogliare su di sé le attenzioni di tutta l’Elba, ed è proprio questo che vorremmo riuscire a fare. Oggi abbiamop fatto un piccolo gesto in questo senso, ed abbiamo visto che l’interesse intorno a noi dimostra che si può credere in questo obiettivo”.
“Per noi questo gesto – ha commentato il presidente dell’Elba Rugby Wilmar Saluz – rappresenta l’interesse e l’attenzione della comunità elbana verso quello che facciamo. Un riconoscimento verso il nostro lavoro, che ci viene anche dalle famiglie sempre più numerose che ci affidano i loro bambini, ma anche un gesto di attenzione ai problemi che possono capitare ad ogni giovane su un campo da gioco”.

La società sportiva Elba Rugby ha già provveduto a iscrivere la maggior parte degli allenatori e accompagnatori al corso Blsd – necessario per la corretta gestione dell’apparecchiatura donata in uso - che si terrà a breve, organizzato appositamente dalla Croce Verde di Portoferraio.

 


Convegno "Il rene: vittima e colpevole dell'ipertensione arteriosa"

Gentili Colleghe e Colleghi,

Saremmo onorati se voleste accogliere il presente invito di partecipazione al convegno “Il rene: vittima e colpevole nell'ipertensione arteriosa” che si svolgerà il 15 febbraio 2014 a Portoferraio (Isola d’Elba) presso la sala meeting dell’Hotel Airone del Parco & delle Terme. Agli ospiti che arrivano dal continente consigliamo il traghetto Moby delle 08:00 (durata 1 ora) oppure l’aliscafo Toremar delle 08:40 (durata 40 minuti – a rischio in caso di meteo avverso). A disposizione il transfer da e per l’Hotel Airone. Si prega di confermare il passaggio nave prescelto e la necessità del transfer.

La Segreteria Organizzativa è a disposizione per ulteriori informazioni e per qualsiasi tipo di assistenza.

In allegato il Programma della giornata e la Scheda di Partecipazione.

Confidando in un positivo riscontro Vi inviamo i nostri saluti cordiali.

I PRESIDENTI DEL CONGRESSO

Plinio Fabiani
Direttore della struttura complessa di
Medicina Interna-Ospedale di Portoferraio (LI)

Pietro Amedeo Modesti
Presidente Sezione interregionale Toscana e Umbria
Societa’ Italiana di Medicina Interna


 

Aritmie maggiori e minori, se ne parla al convegno all’Airone

Il 27 settembre all'Hotel Airone si terrà il convegno rivolto a tutti i Medici Elbani. Nella prima parte della mattinata si parlerà del problema della morte improvvisa nei giovani, e sarà dato risalto ad un progetto per cui la Dr.ssa Graziella Conca, Medico di Medicina Generale di Porto Azzurro si è fatta promotrice, con l'apporto del Dottor Pesciatini, cardiologo di Desenzano originario di Porto Azzurro, che ha fatto di questo grave problema il suo cavallo di battaglia. Successivamente si parlerà invece di fibrillazione atriale, un'aritmia "minore", ma estremamente frequente con l'aumentare dell'età, e soprattutto temibile in quanto importante fattore di rischio dell'ictus cerebrale. Anche per questo aspetto si farà riferimento alle terapie più innovative, particolarmente mirate alla prevenzione dell'ictus cerebrale. Si parlerà specificamente anche di alcuni aspetti fondamentale del trattamento della patologia e dell’ictus. Sarà affrontato inoltre il tema di un'altra complicazione frequente delle aritmie nell'anziano. Queste, in realtà, rappresentano un grave problema per le lesioni traumatiche che ne derivano, come la frattura del femore, vertebrale, trauma cranico, altro. Interverrà il Prof. Gianfranco Gensini, Direttore della U.O. di Clinica Medica e Cardiologia dell’Universita’ di Firenze, con una lettura sulla continuità assistenziale e la centralità del paziente fra Università, Ospedale, Medicina Territoriale, a sottolineare l'importanza dell'alleanza fra tutti gli anelli della catena assistenziale nell'interesse del cittadino-utente. Hanno già dato la loro adesione inoltre, importanti nomi dalle università di Firenze, Pisa, Siena, e dai maggiori ospedali toscani. Con questo convegno, continua l’ impegno nel coinvolgere i Medici e gli Operatori Sanitari Elbani in iniziative scientifiche di spessore. L'evento è stato reso possibile grazie anche ai contributi della Fondazione Elba, Confcommercio Elba, Soroptimist International Elba. il convegno e’ organizzato da Plinio Fabiani, direttore della struttura complessa di Medicina interna dell’ospedale di Portoferraio che ha già promosso altri incontri sempre coinvolgendo i Medici e gli Operatori Sanitari Elbani come primario obiettivo.

  1. Obiettivo Cuore nell’ Ottobre 2013
  2. Il rene: vittima e colpevole nell'ipertensione arteriosail 15 Febbraio 2014
  3. Giornate Elbane di Medicina Interna nel Maggio 2014 Adesso,
  4. Aritmie maggiori e minori in medicina interna 27 Settembre 2014 e in programma
  5. Elba Ipertensione 18 Aprile 2015
  6. Giornate Elbane di Medicina Interna (Seconda edizione) 29-30 Maggio 2015